Intervista a Grazia Pulvirenti
«La compagna di Modì era una pittrice geniale ma fu sempre trattata come allieva»
 
a cura di Valentina Venturi su Mind The Gap – Il Messaggero (9 ottobre 2020)
 
Perché raccontare questa storia d’amore?

«Perché è in fondo una storia estrema, all’interno della quale la figura di Jeanne e la sua scelta del suicidio, apparentemente suggello del fallimento di una vita, raccontano di un amore incondizionato, di una sorta di amore che romanticamente nella morte trova il suo trascendimento».

Leggi l’intervista completa qui

 

Copyright © graziapulvirentipuggelli.com 2020. All Rights Reserved.